Logitech C920 HD Pro, non una semplice webcam

Logitech C920 HD Pro

Quando si parla di un prodotto come la Logitech C920 HD Pro non ci si riferisce ad una semplice webcam ma ad un prodotto evoluto multi funzione

Logitech C920 HD Pro è in grado di assolvere ad un ampio ventaglio di opportunità perché le sue specifiche tecniche fanno in modo da potersi adattare a molte esigenze. Il modello C920 HD Pro rappresenta uno dei più interessanti esempi di come questa azienda informatica abbia deciso di creare una serie di prodotti assolutamente al passo con i tempi con specifiche tecniche passando dalla videochat in alta definizione fino ad arrivare alla registrazione di video con una definizione Full HD.

Logitech C920 HD Pro è completamente compatibile con le più importanti applicazioni per le video chiamate come Skype per i sistemi operativi Windows, Hougouts di Google e Facetime per i dispositivi di Apple.  Tra le opzioni c’è anche il Messenger di Facebook. Con il modello C920HD è possibile inoltre effettuare dei video sempre in modalità Full HD, 1080p, grazie alla tecnologia di compressione H.264 che porta ad un risparmio di tempo e di fatica in fase di elaborazione dei dati del computer. L’obiettivo di questo dispositivo è composto da ben cinque lenti che permette di ottenere delle immagini chiare e nitide e grazie alla messa a fuoco automatica sarà molto più semplice effettuare degli scatti molto precisi. Stai registrando video in condizione di scarsa luminosità? Non c’è problema perché questa webcam riesce a modificare le scene meno illuminate. La C920 HD Pro è dotato di potenti microfoni che fanno in modo da poter acquisire un audio sempre nitido. Infine il suo attacco permette una facile installazione sullo schermo del computer o sul trepiede in base alle necessità del momento.

La webcam Logitech C920 HD Pro è un ottimo prodotto con un prezzo abbastanza contenuto.

Acer Holo 360, la videocamera a 360°

Acer Holo 360

Il colosso informatico di Taiwan ha deciso di lanciare la nuova videocamera Acer Holo 360

Acer Holo 360 è il giusto proseguimento di un lungo cammino che il colosso informatico di Taiwan ha deciso di intraprendere nel Mondo della Realtà Virtuale. Tutto cominciò qualche anno fa  quando questa azienda informatica decise di entrare in una nicchia di mercato che all’epoca era ai suoi inizi presentando ufficialmente con gli Hololens. Ora non si parla solo di un dispositivo in grado di riprodurre dei contenuti presenti in rete ma ora con Holo 360 gli utenti possono creare video ed immagini compatibili con la Realtà Virtuale ovvero con una visione a 360 gradi.

Come si può facilmente intuire, l’Acer Holo 360 è un dispositivo dotato di specifiche tecniche di fascia alta con un telaio molto elegante e compatto in modo tale da poter essere maneggiato molto facilmente mentre il sistema ottico, che poi rappresenta la parte più importante di questo dispositivo, è formato da due lenti in modo da creare delle riprese di grande pregio che poi possono essere riviste e modificate nello schermo da tre pollici, non particolarmente ampio ma più che sufficiente per un telaio compatto. Il dispositivo, basato su sistema operativo Android con la possibilità di accedere a tutte le app del Play Store, lascia che il calcolo venga svolto dal processore Qualcomm Snapdragon 635 inoltre grazie alle connessioni WiFi e 4G LTE con le quali è possibile condividere i propri scatti ed il girato direttamente sui propri account social. Questa videocamera è compatibile con Windows 10 e naturalmente gli Hololens.

L’Acer Holo 360 sarà immesso nel mercato entro l’anno prossimo con un prezzo di 349 euro. Potrebbe sembrare molto ma le specifiche tecniche giustificano il prezzo e lo rende un dispositivo da avere nonostante il fatto che gli smartphone sono dotati di una fotocamera perché è un ottimo modo per accedere al Mondo della Realtà Virtuale.

Tablo Live Stick è un ottimo strumento per il TV tuner

tablo live stick

Tablo Live Stick è un accessorio da usare con il proprio TV tuner

Tablo Live Stick è un dispositivo in grado di dialogare con il TV tuner e l’antenna televisiva in modo da poter mostrare un programma praticamente su tutti i propri terminali. Il Live Stick è in grado di collagarsi direttamente con il sintonizzatore della televisione ottenendo con molta facilità ad avere una diretta. Ma questo dispositivo è molto importante perché può connettersi tramite la rete WiFi ad un variegato numero di prodotti che non comprendono solo il computer ma anche i tablet, gli smartphone, Android TV, Apple TV e tutti i box multimediali attualmente presenti sul mercato. Inoltre sono disponibili molte applicazioni web ed un’app pensata per girare su Xbox.

Decidere di acquistare il Tablo Live Stick significa poter ricevere tutti i canali che la propria antenna riesce a rilevare però, una delle poche limitazioni di questo prodotto, non potrà agire sui canali a pagamento o criptati. Una grande attenzione è stata data al sistema operativo Android, è comprensibile che si sia deciso di puntare molto sull’ambiente di Google perché sempre più persone hanno deciso di entrare in questo Mondo. Nello specifico è stata  immessa nel mercato la Tablo Droid, compatibile con Android TV, e che sarà lanciato in anteprima con Nvidia Shield. Tra le sue funzionalità troviamo la possibilità di registrare i programmi TV ma, dopo un periodo di prova, sarà necessario pagare un canone mensile.

A breve sarà disponibile inoltre il servizio Cloud DVR ma per ora non si sa molto anche se dovrebbe essere in grado di registrare e salvare i programmi passati dal Tablo Live Stick. Non si conoscono la disponibilità ed i prezzi del cloud del Live Stick quindi bisognerà attendere del tempo per avere queste informazioni. Il prezzo di questo dispositivo è di 99 euro.

Come scegliere la scheda audio esterna?

scheda audio

Scegliere la migliore scheda audio per il proprio computer è una scelta non facile perché, soprattutto se serve per motivi professionali, potrebbe essere molto complicata

La scheda audio è un componente molto interessante perché ha il compito di trasformare il flusso audio digitale in analogico per poi esser riprodotto da una periferica creata ad hoc. Di norma ogni computer possiede una scheda audio ma non sempre questa può essere considerata sufficiente per necessità di lavoro ma anche per ascoltare musica e per i videogiochi.

Se si possiede un computer fisso non è molto complicato sostituire la scheda anche per utenti non molto esperti ma se si ha un computer portatile, la scelta più comoda per chi lavora con l’audio come musicisti e dj, la situazione si fa molto più complessa. In questa occasione è possibile optare per una scheda audio esterna perché, come dice il nome, non necessita di installazione diretta ma sfrutta le porte del dispositivo d’altro canto molto complicato disinstallare la scheda del notebook perché non di rado queste sono saldate sulla scheda madre. Vi sono una serie di caratteristiche che verranno prese in considerazione compresi i vari accessori che possono essere molto utili per i professionisti partendo dalle cuffie che permettano all’utente di isolarsi completamente dal Mondo esterno per concentrarsi sul proprio lavoro. In primo luogo bisogna vedere quanti canali riesce a supportare perché questa caratteristica permette agli utenti di avere una qualità del suono migliore.

Per motivi di comodità è bene controllare che questi dispositivi siano in grado di supportare il trasferimento di dati in alta risoluzione e che siano autoalimentate ovvero non necessitino di una presa della corrente per funzionare correttamente. Per concludere bisogna ricordare che oggi il mercato è pieno di proposte ma prima di effettuare la propria scelta è necessario fermarsi un attimo e controllare le caratteristiche del dispositivo accertandosi che esse siano confacenti alle proprie necessità.

Nvidia Ampere aprirà la nuova generazione schede grafiche

nvidia ampere

Nvidia Ampere è la nuova architettura per la nuova generazione di schede grafiche per questa importante azienda statunitense

Nvidia Ampere è solo l’ultimo passo verso la nuova generazione di schede grafiche prodotte tra una delle più importanti aziende informatiche del Mondo. Questa azienda è riuscita a chiudere un trimestre in attivo grazie soprattutto al settore gaming ed all’Intelligenza Artificiale. In questi due settori l’azienda californiana ha conquistato delle importanti posizioni arrivando a diventare il leader quasi incontrastato. Per ciò che concernono le schede grafiche Nvidia grazie all’architettura Pascal sta ottenendo degli ottimi risultati nella fascia alta ed altissima anche perché il suo maggiore concorrente, AMD, non sembra in grado di portare nel mercato dei prodotti che possano competere davvero.

Il prossimo anno, il 2018, la situazione nel mercato delle schede grafiche dovrebbe essere altrettanto animata o forse di più perché da una parte AMD dovrebbe presentare la sua nuova architettura Navi che dovrà vedersela con la Nvidia Ampere. Questi due colossi mondiali dell’informatica potrebbero quindi portare sul mercato una serie di prodotti di alta qualità e magari, sperando in una politica aggressiva di una delle due contendenti, prezzi più bassi. Sebbene non vi siano notizie certe ma solo delle indiscrezioni quindi è necessario predere questa notizia con il beneficio del dubbio anche se è molto probabile che Ampere non sarà derivato da Volta ma dallo stesso Pacal. Noi utenti dinali potremo solo guadagnare da una dituzione del genere.

Nvidia Ampere sarà un’ottima opzione per rafforsarsi ancora di più di questa tecnologia anche perché bisogna vedere se AMD riuscirà a portare dei prodotti in grado di offrire una sicurezza maggiore a questa azienda. Bisogna vere cosa uscirà da Amper perché avere un’ottima architettura non basta ma servono anche le buone idee cosa che all’azienda californiana ha dimostrato di riuscire molto bene in questo lavoro.

Arriva la stampante 5D, addio 3D?

stampante 5D

Se credete che le stampanti 3D siano il futuro allora non avete sentito la stampante 5D

La stampante 5D potrebbe essere così importante da dare il via ad una vera liberazione produttiva portando ogni azienda ad ottenere una vera e propria indipendenza. La stampante 3D è in teoria un ottimo prodotto perché non fa altro, tra le altre cose, di togliere il monopolio delle grandi industrie manifatturiere per la produzione di qualsiasi cosa dall’aereo fino al bullone e se, per chiari motivi la produzione di aerei rimane nelle mega fabbriche quella del bullone grazie alla combinazione della stampante 3D e dell’abs, il materiale che viene adoperato per la creazione dell’oggetto scannerizzato in precedenza. In effetti i risultati sono decisamente buoni e robusti.

Ma come si accennava in precedenza, sembra che questo dispositivo sta per essere, almeno a livello professionale ed industriale, per essere messo in soffitta perché si è affacciato al mondo tecnologico la stampante 5D. Prodotta da Ethereal Machine, la nuova stampante non creerà dei prodotti in cinque dimensioni ma lavorerà su cinque assi e non su tre come quelle tradizionali riuscendo a realizzare prodotti con una qualità ancora migliore portandolo ad una personalizzazione completa fino nei minimi particolari in modo da poter andare incontro a tutti gli utenti. Questo significa che la nuova stampante sarà in grado di realizzare oggetti di qualsiasi forma, compresa quella concava molto difficile da ottenere con la stampa 3D.

La stampante 5D è stata già eletta prodotto innovativo, nella categoria stampanti 3D, dell’anno e sarà premiata nel corso del CES 2018 che si terrà all’inizio del mese di gennaio. Non si conosce ancora il prezzo ma è molto probabile che questo dispositivo non sarà disponibile per il grande pubblico ma dovrebbe essere riservata alle aziende perché ci si dovrebbe trovare di fronte ad un dispositivo molto costoso e probabilmente non molto piccolo.

Minila Air, la tastiera per tutti i dispositivi

Minila Air

Minila Air potrebbe essere considerata una tra le migliori tastiere per dispositivi mobili

Miniila Air, e tutti i prodotti che appartengono alla medesima nicchia di mercato, risponde alla necessità di poter sfruttare a pieno le funzionalità di dispositivi, smartphone e tablet, sempre più potenti arrivando a diventare dei veri e propri computer tascabile. L’evoluzione di questi dispositivi hanno portato gli utenti a cercare accessori in grado di migliorare l’immissione del testo. Bisogna tenere presente che non di rado tra correttori automatici non particolarmente utili e bug che possono inficiare almeno in parte la loro funzionalità creando non pochi problemi durante le comunicazioni. Non di rado infatti il correttore va a modificare una parola digitata andando a creare imbarazzi anche perché non bisogna dimenticare che le applicazioni di messaggistica istantanea vengono adoperati sempre più spesso per motivi di lavoro mettendo in condivisione idee e progetti velocemente e con l’unico costo derivato dalla connessione.

In questo contesto si inquadra la tastiera Minila Air che riesce a garantire tramite la connessione bluetooth un prodotto bello da vedere e molto funzionale. Questo dispositivo è dotato di specifiche tecniche molto interessanti partendo dal suo corpo molto ben realizzato con tasti molleggiati che offrono una buona sensazione durante l’utilizzo anche se non c’è il tastierino numerico cosa che è comprensibile per le sue dimensioni compatte anche se bisogna tenere presente che non può essere usato in mobilità ma è più che altro da scrivania.

Minila Air è compatibile praticamente con tutti i dispositivi dai computer, con sistema operativo Mac OS, Linux e Windows 10, smartphone e tablet, Android e iOS, ed alcune console di gioco come la PlayStation. Il dispositivo si connette in modalità senza fili con la connessione bluetooth ed è alimentato due batterie al litio. Manilia Air è un ottimo accessorio soprattutto per la larga compatibilità con i dispositivi.

Texas Instruments estende la linea Smartlink con micro Ethernet

SimpleLink Ethernet MSP432E4

Il colosso informatico Texas Instruments ha deciso di ampliare la sua linea Smartlink con una scheda micro Ethernet, il SimpleLink Ethernet MSP432E4

Il SimpleLink Ethernet MSP432E4 è un dispositivo molto interessante per un notevole numero di ragioni. Texas Instruments da molti anni è attivo nella produzione di dispositivi informatici con la peculiarità di riuscire ad aggiornare la sua tecnologia continuando ad essere un vero e proprio leader nel mercato informatico. Attualmente la sua linea smartlink che comprende una serie di microcontrollori abilitati per la connessione bluetooth, wifi ed in pratica tutte le connessioni attualmente disponibili sul mercato. Questa azienda ha però deciso di fare un passo in avanti decidendo di proporre sul mercato una nuova serie di schede di rete ethernet molto piccole in modo da poter risparmiare spazio ed adattarsi in praticamente tutti i dispositivi.

SimpleLink Ethernet MSP432E4 può essere considerato come un segno della volonta di questa azienda di voler esplorare nuovi mercati entrando nei dispositivi per la connessione cablati. Il microcontrollore è dotato di un processore Arm Cortex da 120 MHz con l’Ethernet PHY. Il dispositivo di rete è dotato inoltre di una memoria di archiviazione da 1 MB e la SRAM da 256 KB sufficienti per far girare il firmware Ethernet PXE, Preboot Execution Environment, i T ROTS, tutti i drivers necessari per far girare la SimpleLink SDK con il supporto per la crittografia sia a livello hardware sia per il software che rendono questo prodotto molto utile e sicuro.

SimpleLink Ethernet MSP432E4 è un prodotto molto interessante sotto molti punti di vista ma bisognerà attendere ancora del tempo prima di poter acquistarlo anche se è molto probabile che questo prodotto sarà pensato più che altro per le aziende informatiche e per tutti coloro che hanno deciso di creare una rete locale in poco spazio senza rinunciare alla sicurezza.

Asus rilascia sul mercato due nuove schede madri

schede madri Asus

Asus ha deciso di rilasciare due nuove schede madri molto interessanti per coloro che amano i computer fissi e soprattutto assemblarli da sé.

Le nuove schede madri Asus sono state concepite per supportare le più recenti tecnologie attualmente disponibili nel mercato. Nello specifico i due nuovi modelli appartengono alla pluripremiata serie ROG e nello specifico Strix B250G e la Strix B250H entrambe, da come si intuisce dal nome della serie d’appartenenza disegnate per il gaming. Questi due dispositivi sono supportati per i processori Intel di settima generazione, la tecnologia Supreme FX, due slot per M.2 ed il supporto per la tecnologia Intel Optane.

Asus ha deciso di offrire a coloro che amano i videogiochi due dispositivi molto interessanti. Vi sono alcuni punti che uniscono questi due modelli come il supporto per il codec SupremeFX S1220A che permette di offrire un suono con un ottimo rapporto segnale rumore che arriva a 113dB in ingresso per un ottimo livello di registrazione mentre riesce ad avere un suono cristallino grazie ai suoi 120 dB in uscita. L’audio è migliorato anche dalla funzionalità Sonic Studio III mentre Sonic Radar III che in accoppiata con il HUD Haeds Up Display,  riesce a dare un valido aiuto ai giocatori fornendo, con una freccia tridimensionale, la posizione dei nemici. Tra le dote tecniche di questi prodotti troviamo la più moderna tecnologia Intel Gigabit Ethernet che a pieno carico riesce ad appesantire di meno la CPU.

Le nuove schede madri di Asus sono in grado di offrire delle prestazioni molto interessanti perché i componenti che il colosso informatico taiwanese ha deciso di offrire ai suoi clienti la possibilità di usufruire delle tecnologie più moderne per poter passare molte ore di gioco senza dover affrontare rallentamenti nell’esecuzione del software sia quindi come rate video sia per l’audio. Il software presente inoltre aiuta gli utenti a giocare.

HP inserisce applicazione sospetta nei suoi computer portatili?

portatili

Si fanno sempre più insistenti le voci che parlano di un software sospetto inserito nei computer portatili HP

I computer portatili HP potrebbero avere un software spia al loro interno? Questa è una notizia che sicuramente non fa piacere a chi ha deciso di acquistare un computer da questa azienda perché qualsiasi sia lo scopo la cosa non molto simpatica sta nel fatto che non c’è stata alcuna comunicazione ufficiale da parte del colosso informatico statunitense. In questo articolo analizzeremo in modo approfondito questo discorso in modo da cercare di fugare tutti i dubbi che potrebbero sorgere da questa operazione.

Prima di tutto bisogna tenere presente che il software incriminato è HP Touchpoint Analytics Service nella versione 4.0.2.1435 mentre l’installazione si ha con l’ultimo blocco di aggiornamento per Windows 10 che Microsoft ha messo a disposizione dei suoi utenti. Ma all’atto pratico qual è il reale funzionamento di questo tool? Sinceramente non è molto chiaro lo scopo di questa app anche perché HP ha pensato bene di non dover rilasciare dichiarazioni ufficiali quindi l’alone di mistero che circonda questo software ha fatto nascere speculazioni di qualsiasi tipo da un software che non funziona come previsto fino ad un vero e proprio spyware in grado di carpire informazioni biometriche. La cosa sicura, o quasi, è che questa app non fa altro che rallentare il computer impegnando risorse senza alcuno scopo. Sono per ora molte le segnalazioni su questo problema e la notizia si è diffusa a macchia d’olio sulla rete.

HP da ormai alcuni lustri porta nei mercati mondiali computer portatili di grandissima qualità ritagliandosi un ampia fetta di mercato. Per onor di cronaca bisogna tenere presente che su internet vi sono delle guide per eliminare questo software ma per vari motivi su questo articolo non verrà pubblicato il link. Naturalmente tutti noi attendiamo notizie riguardo questo argomento.