Dazn dopo le prime giornate: promosso o rimandato?

La parte lieta è sicuramente la presenza di Diletta Leotta, la bellezza della giornalista vale da sola il prezzo da pagare per la piattaforma Dazn. Ricordiamo che DAZN è la piattaforma di streaming video in abbonamento, sul grande esempio di netflix, che da agosto e per tre anni trasmetterà in diretta le partite del campionato italiano di calcio.  È un servizio, esclusivo con internet e solo in digitale: trasmetterà tre partite per ogni giornata ad un costo contenuto su dispositivi come computer, smart tv, smartphone, tablet e console per videogiochi. In breve Dazn è un servizio di streaming video sia ondemand che live che si occupa esclusivamente di eventi sportivi e che è sbarcato in Italia dopo essere già ampiamente utilizzato in Austria, Germania, Giappone, Svizzera e Canada. Ora, in Italia. L’esordio non è stato dei migliori con  3 partite in esclusiva per ogni giornata della Serie A, visita questo sito per tutti i match del campionato, per un totale di 114 match a stagione, anche prendendo match importanti sono stati tanti i problemi legati alla visione delle partite con la nuova piattaforma per il live streaming.

L’avvio non proprio brillante

Il rapporto qualità prezzo è imbattibile. Infatti la piattaforma, dopo aver sottoscritto un abbonamento, costa solo 9,99 euro al mese. I problemi si sono rivelati però tanti e continui: primo tra tutti uno streaming saltellante, a scatti, che non si vede limpido come promesso. In tante giornate fino ad ora sono state tante le mortificazioni per gli italiani, con partite anche di un certo rilievo imbruttite da uno streaming non proprio all’altezza dei match trasmessi. La triste sorpresa che spesso ci si ritrova è il messaggio “Qualcosa è andato storto, riprova”! che mette a serio rischio la pazienza e la calma dei supporters. In altri match invece sembra sia andato tutto liscio, sia per la qualità dell’immagine che per la mancanza di blocchi per tutta la durata del match. Ma non si può sperare ogni volta per ogni giornata. Il servizio dovrebbe garantire un’eccellenza continua per rispetto degli abbonati e per non rischiare subito la debacle in Italia. Promossa o bocciata dunque? Bisogna ancora aspettare ma per il momento si apprezzano la volontà e la voglia di migliorare, oltre il buon risultato dell’HD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *