cartuccia o toner per la stampante

Cartucce o toner per la stampante? Facciamo chiarezza

Posted on Posted inStampanti

Spesso, quando si parla di cartucce e toner per la stampante, si tende a fare parecchia confusione tra questi due termini e quindi a non capire se questi sono sinonimi oppure due strumenti completamente differenti tra di loro.
Vediamo ora tutto quello che dovete sapere in modo tale che voi possiate avere una panoramica generale e in grado di rispondere perfettamente a tutti i diversi dubbi che potreste avere nella vostra mente in merito a questo genere di articoli.

Toner e cartucce, due strumenti differenti

Prima di tutto dobbiamo capire se questi due strumenti sono sinonimo dello stesso articolo oppure no.
Ebbene toner e cartucce hanno in comune il fatto che sono entrambi utili per sfruttare la stampante e fotocopiatrici ma, in realtà, si tratta di due articoli diversi tra di loro.
Le cartucce sono quelle che vengono sfruttate, nella maggior parte dei casi, vengono sfruttate per le stampanti col metodo inkjet, ovvero a getto d’inchiostro, mentre nel secondo caso si tratta di dispositivi che vengono adoperati per poter sfruttare le stampanti a laser.
Pertanto i due articoli sono completamente diversi tra di loro, in quanto hanno uno scopo finale ben differente e quindi in grado di rispondere, a modo loro, a diverse tipologie di esigenze.

Cosa sono le cartucce per le stampanti

Le cartucce per le stampanti sono dispositivi che, al loro interno, hanno l’inchiostro liquido.
Realizzate con componenti in plastica, le cartucce devono essere collegate alle diverse stampanti sfruttando la testina: questa, una volta inserita, viene mossa dal rullo della stampante e rilascia delle gocce di inchiostro le quali poi vengono sparse con attenzione in modo tale che la stampante possa essere in grado di creare l’immagine nel supporto, nella maggior parte dei casi foglio di carta, che deve essere sfruttato per la stampa.

La cartuccia può essere di due tipologie, ovvero monocolore oppure multicolor.
Nel primo caso si parla di uno strumento dotato di un solo serbatoio nel quale è presente l’inchiostro di una sola tonalità: le diverse tonalità verranno realizzate con quantità di colore differente e ben mescolato dalla stampante.

Nel secondo si parla di colori come nero, blu, giallo e rosso che vengono mescolate per ottenere gli altri colori.
Quando finisce un colore con le cartucce multicolor è possibile optare per il cambio del serbatoio o con la sua ricarica mentre, con quella a colore singolo, la tonalità sarà solo una e pertanto sarà opportuno cambiare l’intera cartuccia.

Il toner della stampante e fotocopiatrice

Se invece parliamo di toner facciamo riferimento a un dispositivo il cui funzionamento è differente.
In questo caso si parla di un dispositivo contenente diversi materiali i quali ossido di ferro e resina, mescolati ad altri, che vengono posti sul foglio per formare l’immagine.
La presenza del laser permette di scaldare queste sostanze e quindi di realizzare il processo di stampa.
In questo caso occorre sottolineare come, una volta che le sostanze terminano, occorrerà sostituire completamente il dispositivo in tutte le sue parti, ovvero il toner deve essere cambiato visto che questo, nella maggior parte dei casi, contiene un solo serbatoio. Oppure si può ricorrere a un toner ricondizionato, ossia ricaricato, rimesso a nuovo, per un notevole risparmio e per un migliore impatto sull’ambiente.

Quale dei due è migliore

A fare in modo che si possa trovare il dispositivo migliore sono le proprie decisioni, dato che in base al tipo di dispositivo che si utilizza è possibile trovare cartucce e toner dalla qualità elevata che riescono a garantire un risultato finale di prima qualità.

Ovviamente occorre parlare anche dei prodotti di concorrenza e di quelli ricondizionati: nel secondo caso si parla di un articolo che viene sottoposto a diverse procedure di lavorazione affinché i danni che hanno caratterizzato lo stesso possano essere completamente rimossi.

Sarà quindi necessario prendere in considerazione anche l’esistenza di questi articoli nel momento in cui bisogna scegliere quale strumento sfruttare per ottenere un risultato finale di prima qualità senza rischiare di rimanere delusi.

Toner e cartucce sono comunque due strumenti differenti tra di loro anche se si parla sempre di dispositivi che permettono di effettuare la stampa su diversi tipi di supporti, come per esempio quelli cartacei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *