Vediamo quale mp3 player android scegliere

Gli smartphone hanno sconvolto il mondo dell’informatica perché in un dispositivo ultra portatile è possibile trovare dal mp3 player fino ad una vera e propria macchina fotografica

Gli mp3 player come li conoscevamo fino a qualche anno fa stanno vivendo un periodo molto complicato perché gli smartphone hanno creato seri problemi a tutto il comparto. In buona sostanza il telefonino riesce a coniugare in modo perfetto il software di un lettore mp3, in non pochi casi molto più avanzato, con delle specifiche tecniche di grande livello dalla memoria di archiviazione fino agli altoparlanti. Non bisogna dimenticare che il processore ha un ruolo importante nella decodifica dei file audio e quello dello smartphone è sicuramente migliore rispetto ad altri dispositivi.

Quando si decide di usare il proprio telefono come mp3 player si deve fare la massima attenzione al software che si decide di installare perché una scelta sbagliata potrebbe anche, seppur raramente, all’hardware rovinando lo smartphone. Per fortuna sull’App Store di Google c’è una grande quantità di software dal quale attingere per trovare la proposta che più si confà alle nostre necessità. Parlando di lettori mp3 per Android non si può non citare Google Play Music col quale è possibile ascoltare la musica in alta qualità ed acquistare i propri brani preferiti. Andando a parlare di lettori multimediali storici sbarcati su Android si deve citare Real Player un vero e proprio pioniere dell’informatica moderna ma dopo un periodo di calo cerca di rilanciarsi sul sistema operativo di Google. WinAmp è forse il più celebre ed amato lettore multimediale e tutti coloro che adoperano il sistema operativo di Microsoft hanno avuto a che fare con lui. Ora con Android sta avendo la sua nuova diffusione virale.

Android ha portato nelle case di tutto il Mondo una serie di importanti funzionalitàcreando problemi non da poco ad altri settori informatici.

Cougar lancia due mouse gaming molto interessanti

mouse gaming

Quello dei mouse gaming è un settore da sempre in grande espansione e Cougar ha deciso di lanciare il Revenger S e Minos X5

Vi sono una serie di aziende che hanno deciso di entrare nel mercato dei mouse gaming perché questo settore ha conosciuto, nel corso degli anni, un grande sviluppo con un giro d’affari molto elevato. Cougar ha deciso di lanciare sul mercato il Revenger S ed il Minos X5 due prodotti con i numeri giusti per imporsi molto bene sul mercato perché entrambi i dispositivi si basano sul potente sensore Pixart PMW3360.

I mouse gaming devono essere veloci nella risposta in modo tale da poter offrire ai giocatori la massima reattività in qualsiasi occasione ed i modelli Cougar Revenger S e Minos X5 possono offrire una frequenza di polling fino a 2000 Hertz che equivale al doppio della velocità rispetto a molti suoi concorrenti. Ma le loro ottime prestazioni non si fermano alla velocità perché  è possibile impostare la risoluzione in un ventaglio tra 100 e 12000 dpi. Anche gli interruttori OMRON sono in grado di garantire un grande numero di azionamenti, si parla di cinquanta milioni, con una accellerazione da 50G. Dal punto di vista del telaio, elemento da non sottovalutare, bisogna tenere presente che il Revenger S è pensato per l’impugnatura, palm grip, mentre il Minos X5, claw grip, per una presa ad artiglio con due tasti laterali per rendere più veloce l’azione durante i momenti concitati dei giochi soprattutto dove in un tocco devi abbattere più di un nemico. I due mouse hanno un peso rispettivamente da 88 e 92 grammi con alcuni inserti dorati che riescono ad offrire un grande fascino al prodotto.

Cougar Revenger S e Minos X5 sono due dispositivi molto interessanti per il gaming online. Questi possono essere dei prodotti in grado di diventare dei veri e propri leader del mercato.

Intel lancia nuovi modem 5G

modem 5G

Intel ha deciso di immettere sul mercato una serie di nuovi prodotti tra i quali spiccano i modem 5G e quelli LTE

Intel ha deciso di spingere sull’accelleratore per ciò che concerne l’adozione delle nuove connessioni con l’immissione sul mercato dei modem 5G per cercare di arrivare a questo appuntamento con una posizione da leader di mercato. Per realizzare questo progetto il colosso informatico statunitense ha deciso di dare il via al lancio di due nuove serie di modem: la Intel XMM 8000 che rappresenta la prima generazione di modem commerciali per la connessione 5G multimodali e la serie Intel XMM 7660 con connessione LTE.

Questa azienda informatica ha inoltre annunciato di esser riuscita a fare una chiamata in 5G con i propri modem della serie Intel XMM 8000 dimostrando la bontà del prodotto. Intel ha voluto precisare che il modem Intel XMM 7650, presentato al passato Mobile World Congress, è riuscito a raggiungere la velocità massima di connessione. Con la creazione della nuova serie di modem 5G questa azienda si trova nella condizione di poter unire il cloud con il client creando un soluzione informatica completa. La serie di modem Intel XMM 8000 si compone di dispositivi di modem 5G in grado di adoperare un’ampia gamma di bande andando da quelle sotto i 6 Ghz fino a quelle millimetriche. A questa serie di modem fanno parte i modelli Intel XMM 8060 in grado di supportare la connessione 5G in tutte le modalità nonché la 2G, 3G e 4G, questo prodotto sarà immesso nel mercato nel 2019. Intel XMM 7650 opera invece con la connessione LTE cat19 in grado di garantire una velocità di 1,6 gigabit al secondo. Anche in questo caso sarà possibile acquistare questo dispositivo tra due anni.

Intel sta contribuendo allo sviluppo delle nuove connessioni ed il futuro lancio dei modem 5G va proprio in questa direzione.

Facebook Creator: un ottimo strumento per gli influencer

Facebook Creator

Uno tra i più importanti social media del Mondo ha deciso di premiare le sue star con l’app Facebook Creator per aiutarli a portare avanti le loro attività

Facebook Creator è un’applicazione molto interessante pensata per migliorare la vita a tutti coloro che hanno deciso di intraprendere la carriera di star dei Social Media. Questo strumento offrirà agli utenti una serie di opzioni molto utili per curare la propria immagine online. Ma bisogna tenere presente che questa azienda ha deciso di compiere questo passo per un motivo ben preciso. Infatti c’è una vera e propria “guerra” con un altro social media, Youtube.

Come tutti sanno, Youtube è uno tra i più antichi social media con un pubblico sempre in crescita in grado di polarizzare l’attenzione degli utenti grazie alla condivisione di video. Non bisogna dimenticare che dietro a Youtube c’è un’azienda molto importante come Google che può contare su un notevole numero di applicazioni e servizi tra i quali bisogna ricordare Music Play. Proprio per rispondere a Youtube Facebook ha deciso di creare Creator che rappresenta un’evoluzione di Mention, una piattaforma informatica che consente di amministrare con più facilità intere comunità web con la possibilità di creare contenuti multimediali sempre più interessanti ed elaborati. Nello specifico questa applicazione permette di inserire all’inizio ed alla fine delle trasmissioni le sigle, personalizzare ancor di più le dirette su Facebook Live e di aggiornare in tempo reale le storie in modo da poter risultare sempre molto interessante. Inoltre questo software consente una migliore gestione della chat di Facebook andando ad agire anche sui commenti provenienti da altri social come, per esempio, Twitter.

Dietro a questa applicazione non c’è solo la necessità di offrire agli utenti influencer degli strumenti che possono migliorare la loro attività ma anche una vera e propria concorrenza con la piattaforma video di Google.

Mediatek MT2621, l’azienda cinese entra nel IoT

Mediateck MT2626

Mediatek MT2621 ricopre un importante passo per questa azienda informatica perché sancisce il suo ingresso nel mondo dell’internet delle cose

Mediatek MT2621 rappresenta un passo molto importante per questa azienda perché rappresenta un passo importante per lo sviluppo dell’IoT, Internet of Things. Siamo in un Mondo iperconnesso dove non solo i dispositivi informatici come i computer o gli smartphone ma anche tutti gli elementi che sono diventati via via sempre più intelligenti portando ad una connessione quasi assoluta. L’irrompere di questa tecnologia in tutti gli aspetti della vita di ogni giorno ha spinto questo settore ad una vera e propria esplosione.

Mediatek MT2626 è un chip dual banda perché riesce a connettersi alla rete GSM/GPRS ed alla NB-IoT R14 andando a coprire praticamente tutte le connessioni attualmente a disposizione degli utenti. Questo componente sarà probabilmente inserito in dispositivi come gli smartwatch, smart tracker ed applicazioni industriali. Sembra che con questo prodotto Mediatek abbia deciso di anticipare i tempi introducendo l’infrastruttura per le reti cellulari NB-IoT R14 anche se ha deciso di lasciare in accoppiata la connessione GSM/GPRS. Tra le funzionalità presenti in questo componente c’è l’antenna in grado di connettersi ad entrambe le connessioni da singola scheda SIM con doppio Stand By. La possibilità di connettersi in contemporanea con tutte e due le connessioni porta ad un risparmio in termini di spazio in fase progettuale. Anche la CPU, un ARMv7 da 260 MHz con memorie interne, è stata progettata per portare a risparmiare dello spazio per le case costruttici che possono quindi stare al passo con la presentazione di dispositivi sempre più piccoli e compatti.

Mediatek MT2626 sembra essere un processore molto importante per il mercato dei dispositivi informatici anche se per ora non possiamo che attendere la “prova su strada” per avere un’idea più chiara di cosa questo prodotto è in grado di offrire.

I migliori catturatori non Microsoft

migliori catturatori non Microsoft

Il catturatore è un software molto importante per salvare schermate del pc per trasformarle in video quindi vediamo i migliori catturatori non Microsoft

Quali sono i migliori catturatori non Microsoft? Questa è la domanda che ci si fa quando abbiamo bisogno di screenshot o video delle attività del nostro computer ma non vogliamo, per vari motivi adoperare lo strumento di cattura messo a disposizione dal colosso informatico di Redmond. Esistono molte applicazioni che rendono molto bene lo stesso lavoro ma è necessario analizzarle con calma prima di procedere con il download.

La prima applicazione per la cattura non Microsoft è Camtasia Studio che offre una serie di importanti opzioni come la cattura delle schermate con audio e video ed un’interfaccia molto semplice ed intuitiva. Purtroppo questo programma ha un costo di licenza decisamente elevato. CamStudio è una scelta abbastanza apprezzabile non solo perché è gratuito ma anche per i suoi screen di buona qualità. Purtroppo non ha praticamente funzioni quindi il suo utilizzo rimane non professionale. Debut Video Capture Software è un’applicazione molto interessante per le sue ottime doti per la cattura di video e audio e per il supporto di molti formati ma purtroppo richiede molte risorse quindi è adatto a computer abbastanza potenti. Free Screen Recorder è il tipico esempio di brutto ma utile perché sebbene non abbia una grafica molto ricercata e la lingua italiana riesce comunque a svolgere molto bene le sue funzioni di cattura audio e video. Probabilmente il migliore catturatore attualmente a disposizione è l’Apowersoft Cattura Schermo gratis perché riesce ad unire le migliori funzionalità presenti in questo tipo di applicazioni il tutto gratuitamente.

I catturatori non Microsoft sono molti ed in questo articolo sono stati inseriti alcuni tra i più importanti in modo da fornire una visione chiara di questa tipologia di prodotti.

Ataribox: emerso il nuovo joystick

Ataribox è una console di gioco che si rifà alla storica piattaforma degli anni 80

E’ emerso un nuovo joystick per Ataribox. Questo è il momento per i ricordi visto che molte aziende informatiche hanno deciso di lanciare sul mercato le console di gioco che hanno fatto la storia dell’informatica mondiale. Questa tendenza è nata con Nintendo che ha lanciato prima il Classic Nes e succesivamente, quest’anno, il Classic Snes Edition. Sulla scia della Nintendo altre aziende hanno deciso di immettere sul mercato delle piccole console di gioco con molti titoli che hanno scandito la vita di tutti coloro che ora sono adulti ma che all’epoca della loro uscita erano ragazzini.

Tra i marchi più interessanti, oltre a Nintendo, troviamo appunto l’Atari e Sega. Con Ataribox sono stati immessi sul mercato anche una serie di accessori che rendono ancora più interessante l’uso di questa console di gioco. La cosa molto interessante di questa console di gioco sta nel fatto che non sarà possibile giocare solo ai titoli classici per Atari ma anche a nuovi titoli indie. Il fatto che sarà possibile giocare anche a titoli nuovi rende questo dispositivo molto interessante perché porta più utenti ad avvicinarsi ad un mercato di nicchia.

Il rilascio di Ataribox significa poter avere un prodotto molto interessante con una serie di giochi classici e nuovi che dovrebbero andare incontro a praticamente tutte le esigenze. Il progetto sembra essere ancora più interessante per il fatto che vi saranno una serie di accessori che potrebbero offrire una modalità di gioco migliorata sotto tutti i punti di vista. Per ora non possiamo che attendere che questo interessante prodotto sarà rilasciato nel mercato per avere un’idea più chiara dei joystick che alla fine saranno rilasciati sul mercato. Bisogna comunque ricordare che in console di gioco del genere avere quanti più dispositivi in linea con lo stile originale è importante.

Windows 10 renderà più veloce la connessione al Bluetooth

Il nuovo aggiornamento Redstone di Windows 10 dovrebbe avere delle interessanti novità per il Bluetooth

Sembra che il nuovo aggiornamento Redstone di Windows 10 dovrebbe rendere molto più semplice la connessione tra due dispositivi tramite Bluetooth. Questo sistema operativo sta ottenendo un grande successo assistendo ad un grande incremento nelle adozioni con tutte le applicazioni che il colosso informatico di Redmont mette a disposizione dei suoi utenti. La connessione al Bluetooth è molto interessante per questo sistema operativo perché, come tutti sanno, va a coprire una serie di dispositivi che vanno dal computer fino ai tablet e gli smartphone.

Microsoft sembra interessato sempre di più al mondo mobile perché alcuni contenuti presenti in Redstone 4 potrebbero rendere l’uso di Windows 10 ancora più divertente. Una funzionalità importante in tal senso è Quick Pair che porterà ad eliminare la noiosa procedura attuale, che necessita di una serie di operazioni, lasciando che i due dispositivi dialoghino tra loro con la massima velocità. Dopo l’installazione di questo aggiornamento, infatti, per ottenere la connessione bluetooth sarà sufficiente avvicinare il computer ad un dispositivo mobile. Una volta che il computer avrà effettuato il pair mediante questa connessione apparirà una notifica per procedere con la connessione. Ma Microsoft non è l’unica ad aver avuto questa idea perché Google ha già lanciato una funzionalità simile.

Non si sa bene se questa funzionalità sarà realmente presente nell’aggiornamento Redstone 4 per Windows 10 perché per ora stiamo parlando ancora di indiscrezioni quindi non c’è nulla di sicuro. E’ necessario tenere presente che bisognerà attendere del tempo prima di avere la certezza che questa importante funzionalità sarà realmente inserita nell’aggiornamento. E’ molto probabile comunque che questa nuova funzionalità sarà disponibile entro il prossimo anno. E’ bene tenere presente che la connessione bluetooth è si molto utile ma nasconde dei problemi abbastanza seri per la sicurezza informatica quindi fate attenzione quando date l’accesso ai dispositivi quindi fatelo solo con quelli conosciuti.